C. Angelini · Il piacere della memoria · I suoi libri · Riletture · Ritratti fotografici · Documenti video e audio · Carteggi e biblioteca 


ARCHIVIO DEL NOVECENTO
“CESARE ANGELINI”

Colligite fragmenta, ne pereant”.
Raccogliete gli avanzi, che non vadano in pèrsita.
Giovanni, cap. 6. (Traduzione di C. Angelini.)



Ritratto a carboncino di Cesare Angelini, 27 x 35 cm., eseguito da Attilio De Paoli da Carbonara, 1968.

Archivio “Cesare Angelini”


In Pavia, nel luglio 1995, prende vita l’Archivio privato “Cesare Angelini”; nato con alcune documentazioni provenienti da Casa Angelini, il quale verte a realizzare una particolare raccolta di tutto quanto concerne l’esegesi angeliniana, nelle opere e nella corrispondenza. Numerosi i titoli in prima edizione, spesso con autografi, documentazione audio, video. L’archivio si è arricchito, in modo considerevole, negli anni successivi alla sua nascita, anche grazie a donazioni di corrispondenza, libri, di Angelini e a lui appartenuti, da parte di alcune persone che gli sono vissute vicino.
Il materiale, catalogato, è stato poi disposto in apposite cartelle, particolarmente preposte alla conservazione, confezionate da una ditta specializzata nel settore con sede in via Filippo Cossa a Pavia.
Tutta la documentazione viene resa disponibile, su richiesta, per ricerche in tema.
Si accolgono sempre e volentieri donazioni, custodendole e valorizzandole; occupandosi anche di acquisizioni.

Ci è caro segnalare:

· nel luglio 1995 sono pervenuti libri appartenuti a Cesare Angelini, dalla biblioteca di Margherita Angelini, nipote di Cesare Angelini; in particolare, da segnalare "Il mestiere di vivere" di Cesare Pavese, Einaudi, 1952, fittamente postillato da Angelini; tutte le opere di Paolo De Benedetti con dedica autografa ad Angelini.

[Consistenza: 1 lettera non datata a Margherita Angelini; 10 libri con la firma di appartenenza di Angelini; 10 volumi di De Benedetti con sua dedica autografa ad Angelini; 2 quadretti con miniature di fiori appartenuti ad Angelini in Borromeo; tavolo dello studio di Angelini; cassettone Impero di Casa Angelini.]

· nel novembre 1998 la donazione della biblioteca angeliniana appartenuta a Maddalena Angelini Verga, nipote di Cesare Angelini;

[Consistenza: 3 libri di Angelini con sua dedica autografa.]

· nel maggio 2000 la donazione della biblioteca angeliniana del poeta biblista Paolo De Benedetti, legato ad Angelini da rapporti culturali e da cara amicizia; da segnalare l’intera raccolta dei "Saggi di umanismo cristiano" (1946-1955) appartenuta a De Benedetti, e da lui postillata;

[Consistenza: 21 libri di Angelini non sua dedica autografa, 3 con varianti autografe; 5 volumi rilegati della rivista "Saggi di umanismo cristiano" (1946-1955) con postille di De Benedetti; 1 cartolina illustrata di Angelini e Giulia Conti a De Benedetti da Assisi del 29 agosto 1955.]

· nel settembre 2002 la donazione di missive angeliniane a Renata Voglino Pasi, segretaria dell’Almo Collegio Borromeo;

[Consistenza: 6 cartoline illustrate dal 3 gennaio 1967 al 27 marzo 1970; 1 biglietto augurale illustrato del 31 dicembre 1968.]

· nell’ottobre 2003 la donazione delle missive angeliniane ad Ercolina Boera, e al marito, Arturo Boera, Sindaco di Albuzzano;

[Consistenza: cartolina illustrata ad Artuto Boera del 31 dicembre 1974; lettera alla signora Boera del 4 luglio 1975.]

· nell’ottobre 2011 libri e documentazione di Cesare Angelini appartenuti a don Piero Angelini, nipote di Cesare Angelini, dei quali siamo grati a Giuseppe Boneschi, pronipote di Cesare Angelini; da segnalare le missive di Angelini a don Piero; il volume di Renato Serra, "Esame di coscenza di un letterato", Treves, 1915, in una finissima legatura, copia appartenuta ad Angelini e da lui fittamente segnata; il testamento spirituale autografo del fratello di Angelini, don Giuseppe Angelini, commentato da A.; imaginette della prima messa di Angelini, etc.; il fondo comprende anche le missive di Angelini a don Lino Carelli, parroco di Zeccone;

[Consistenza: cartolina illustrata di Angelini, Maria, Gina e Rita Angelini, a don Piero del 1 aprile 1943; lettera autografa di Angelini a don Piero del 16 agosto 1954; lettera autografa di Angelini a don Piero del 9 settembre 1956; 4 libri di Angelini con sua dedica autografa; 1 libro di Angelini con sue varianti autografe; 5 libri con firma di appartenenza di Angelini, in particolare Renato Serra, "Esame di coscenza di un letterato", Treves, 1915, in una finissima legatura tutto postillato da Angelini; immaginetta della prima messa di Angelini e altre; quaderno autografo contenente il testamento spirituale di don Giuseppe Angelini, fratello, con commento di Angelini; miniatura di don Pietro Cinquini a ricordo dell’insegnamento di Angelini in Seminario Vescovile di Pavia; miniatura di Faustino Gianani, a ricordo del padre di Angelini, Giovanni Battista; quaderno autografo di don Piero con vari ricordi riguardanti Angelini; ricordo di Margherita Marchione di Angelini; medaglia di bronzo di Alfredo Grilli con Angelini e Faustino Gianani; 2 cartoline illustrate di Angelini a don Lino Carelli, parroco di Zeccone, datate 20 settembre 1969 e 6 luglio 1970.]

· nel giugno del 2012 l’acquisizione delle lettere di Angelini all’Amministrazione dell’Almo Collegio Borromeo a riguardo delle sue dimissioni dal Collegio.

[Consistenza: 7 lettere autografe dal 19 luglio 1959 al 25 settembre 1961 a Perduca, Amministrazione del Collegio; lettera ufficiale dattiloscritta di Angelini di dimissioni dal Borromeo del 4 agosto 1959; lettera di Bascapè a Perduca del 24 agosto 1961; altra documentazione inerente le dimissioni di Angelini.]

· nell’aprile 2014 la considerevole corrispondenza di Angelini destinata ai coniugi Anna Maria Bianchi De Paoli (1912-2014) e ad Attilio De Paoli (1910-1977); nelle lettere anche rare testimonianze epistolari di Angelini dall’itinerario del secondo pellegrimaggio in Terrasanta, 1937; da segnalare anche 2 preziosi quaderni/diari autografi, degli anni '30, di Angelini per l’insegnamento di letteratura all’amica nei quali all’erudizione, tutta in poesia e in prosa, dal 200 al 900, si alternano a volte affettuse, a volte spirtitose, riflessioni angeliniane. Le lettere di Angelini ad Anna Maria rappresentano sicuramente la più affettuosa testimonianza epistolare esistente di Angelini. Segnaliamo, inoltre, il bel ritratto a carboncino di Angelini eseguito da Attilio De Paoli, nel 1968; numerose fotografie. Oggetti appartenuti ad Angelini custoditi dai coniugi De Paoli. La biblioteca angeliniana di Anna Maria la quale, sempre a noi vicina, con le sue preziose testimonianze, ha nobilmente contribuito a ricostruire ricordi angeliniani. Della donazione siamo grati alle nipoti Elena Bianchi ed Anna Bianchi.

· nel novembre 2019 l’acquisizione della corrispondenza ad Elena Neri ed Egistina Neri, amiche cesenati di Angelini; della raccolta fa parte anche documentazione iconografica cesenate di inizio Novecento.

[Consistenza: 21 lettere autografe di Angelini, molte con intestazione "Almo Collegio Borromeo", ad Egistina ed Elena Neri dal 28 luglio 1943 al 6 aprile 1973; 4 cartoline illustrate di Angelini ad Elena ed Egistina Neri dal 20 maggio 1959 al 20 agosto 1968; 10 immagine digitalizzate di Egistina ed Elena Neri Cesena inizio Novecento.]

· nell’aprile 2021 la gentile e preziosa donazione da parte di Gianandrea Zanone di Chiavari, fine studioso di Angelini, della corrispondenza pervasa da ricordi di Romagna a Vittoria Abeti, ai coniugi Filomena Ricci e Paolo Riceputi, e al padre Albino Zanone;

[Consistenza: 28 missive di Angelini a Vittoria Abeti, dal 1957 al 1974; 6 missive di Angelini ad Albino Zanone, dal 1972 al 1973; 42 mssive di Angelini ai coniugi Filomena Ricci e Paolo Riceputi, dal 6 settembre 1960 al 26 giugno 1975.]

· nell’ottobre 2021 la gentile e preziosa donazione da parte di Gianandrea Zanone di Chiavari, fine studioso di Angelini, della sua biblioteca angeliniana, che comprende preziosi volumi con dedica autografa di Angelini ad Albino Zanone (padre di Gianandrea, amico e studioso di Angelini), a don Vittorio Cambiaso e Vittoria Abeti; per la consegna siamo grati a Leonora Zanone (sorella di Gianandrea) e al marito Edoardo, squisite persone di Liguria, che con estrema gentilezza, appositamente da Chiavari a Pavia, in macchina, hanno eseguito il recapito;

[Consistenza: 30 volumi di Angelini con sua dedica autografa ad Albino Zanone; 1 volume di Angelini con sua dedica autografa a Leonora e Gianandrea Zanone; 1 volume di Angelini con sua dedica autografa a Vittoria Abeti; 1 volume di Cesare Angelini con sua dedica autografa a don Vittorio Cambiaso.]

· nel maggio 2022 la donazione da parte di Marco Giusfredi del ritratto da lui eseguito di Cesare Angelini. Per il tramite, siamo grati a Gianfranca Lavezzi;

[Consistenza: cartelletta acquerellata in cornice dorata.]

· nel giugno 2022 la donazione da parte di Federico Montecchi: due numeri dei "Saggi di umanismo cristiano", un volume di Angelini tradotto in polacco, un volume con prefazione di Angelini, una copia del "Viaggio in Pavia", due numeri de "Il Corriere Cesenate" con scritti di Angelini; un ritaglio del "Corriere della Sera".

[Consistenza: "Saggi di umanismo cristiano", 1950, N. 1, 1952, N. 2; Angelini, "Zywot Pana Jezusa", 1936 ("La vita di Gesù" tradotta in polacco); "Enotria", liriche di cento poeti italiani raccolte e presentate da P. M. Prunetti, prefazione di Cesare Angelini, Renato Giardini Editore, Pavia, 1968, molto raro nella prima edizione poiché la maggior parte delle copie sono andate distrutte in un incendio della casa editrice; Angelini, "Viaggio in Pavia", Fusi, 1976, con fascetta editoriale "3^ edizione accresciuta"; "Il Corriere Cesenate" del 20 aprile 1912, con la poesia di Angelini "Alla Madonna del Popolo venerata nella cattedrale"; "Il Corriere Cesenate" del 31 luglio 1915, con l'articolo di Angelini in memoria di Renato Serra; il "Corriere della Sera" del 17 febbraio 1960 con l'articolo di Angelini "Questa Lomellina"; frontespizio di Giuseppe De Robertis, "Lirica dell'Ottocento", Le Monnier, 1925, con dedica autografa ad Angelini.]


· Da segnalare, nel corso degli anni, che l’archivio si è ampliato da "Archivio Cesare Angelini" ad "Archivio del Novecento Cesare Angelini", potendo vantare le intere raccolte bibliografiche di Corrado Alvaro, Franco Antonicelli, Antonio Baldini, Ugo Bernasconi, Luigi Blasucci, Aldo Busi, Gianni Brera, Italo Calvino, Dino Campana, Giorgio Caproni, Gariele D’Annunzio, Paolo De Benedetti, Giorgio Faletti, Angelo Ferrari, Ennio Flaiano, Antonio Fogazzaro, Carlo Emilio Gadda, Virgilio Giotti, Guido Gozzano, Tonino Guerra, Carlo Linati, Gian Pietro Lucini, Mino Milani, Eugenio Montale, Dario Morani, Marino Moretti, Ada Negri, Giorgio Orelli, Giovanni Papini, Pier Paolo Pasolini, Cesare Pavese, Sandro Penna, Salvatore Quasimodo, Clemente Rebora, Umberto Saba, Luigi Santucci, Camillo Sbarbaro, Vittorio Sereni, Renato Serra, Ardengo Soffici, Italo Svevo, Giuseppe Ungaretti, per andare ai più remoti S. Agostino, Giovanni Boccaccio, Giosuè Carducci, Carlo Dossi, Ugo Foscolo, Giacomo Leopardi, Carlo Maria Maggi, Alessandro Manzoni, Giovanni Pascoli, alla letteratura straniera, Baudelaire, De Cervantes, Gide, Hugo, Mallarmé, Maupassant, Neruda, Pascal, Pessoa, Poe, Renard, Rimbaud, Voltaire, Wilde, cercando di seguire una linea guida angeliniana.

[Consistenza: circa 2500 volumi.]

Fabio Maggi,
pronipote di Cesare Angelini
responsabile dell’Archivio
“Cesare Angelini”.

Contatti: info@cesareangelini.it





Autografo di Cesare Angelini, che fa sua una massima di Ermolao Barbaro, umanista del Quattrocento (1454-1493), «Duos agnosco dominos: Cristum et litteras | Conosco due padroni: Cristo e le lettere».

Archivio “Cesare Angelini”





I volumetti della Divina Commedia e dei Vangeli che hanno accompagnato Cesare Angelini nei suoi due pellegrinaggi in Terrasanta, nel 1932 e nel 1937. Con sue note autografe.

Archivio “Cesare Angelini”




PUBBLICAZIONI, MOSTRE E CONVEGNI

Dal 1994-1995, in parallelo all’archivio, si dà inizio al lavoro intorno alla figura angeliniana, con una singolare ricerca “epistolare-dedicatoria” nell’ambito dell’intero territorio nazionale, e oltre, confluita poi nella pubblicazione, Cesare Angelini, Il libro delle dediche (testimonianze di amicizia), a cura di Fabio Maggi, prefazione di Paolo De Benedetti, Pavia, Edizioni Tipografia Commerciale Pavese, 1995.

Sabato 30 settembre 1995, insieme a Emanuele Gallotti, si presenta presso il Municipio di Albuzzano, con allora Sindaco Nicola Pecorella, fervido sostenitore dell’iniziativa, con l’attenta collaborazione dell’Assessore alla cultura Micaela Tosi, il Convegno “Cesare Angelini, sacerdote e scrittore”, con la partecipazione dei relatori Angelo Stella, Arturo Colombo, Paolo De Benedetti, mons. Angelo Comini. Sempre presso il Municipio di Albuzzano, contemporaneamente al Convegno, con la disponibilità della famiglia Angelini, si allestisce una mostra museo-libraria-documentale, sabato 30 settembre - domenica 1 ottobre.

Dal 6 settembre al 30 settembre 2001, insieme a Nicoletta Leone, con la collaborazione del Centro Manoscritti dell’Università di Pavia, della Biblioteca del Seminario Vescovile di Pavia, della famiglia Angelini e della famiglia Bianchi, si rende disponibile presso il Municipio di Torre d’Isola, una mostra, “Cesare Angelini, il piacere della memoria”, dedicata al sacerdote pavese, articolata in più percorsi tematici: A vent’anni, tra due leoni: Cesena 1911 - Torre d’Isola 2001, Il domicilio materiale e spirituale di Torre d’Isola, Pellegrino in Terre sante, Sinite parvulos. Il magistero (e ministero) angeliniani, Scritture di “un quasi” evangelista (a “un quasi” talmudista), Cesare Angelini a Paolo De Benedetti, Sul filo della memoria, con relativa pubblicazione del catalogo, a cura di Nicoletta Leone e Fabio Maggi, Pavia, Edizioni PI-ME.

Nell’ottobre 2011, con Edizioni Lindau, Torino, si ripubblica Cesare Angelini, La vita di Gesù narrata da sua madre. Nel dicembre 2012 è la volta di La vita di Gesù narrata ai ragazzi da Cesare Angelini, sempre per Lindau e, per la medesima casa editrice, nell’aprile 2013, la riedizione di Terrasanta quinto Evangelo.

Nel maggio 2013 la cura, in collaborazione con Nicoletta Trotta, e la prefazione di Renzo Cremante, del Carteggio Cesare Angelini-Carlo Linati, per Edizioni di Storia e Letteratura, Roma, grazie alla sovvenzione degli Alunni dell’Almo Collegio Borromeo.

Nel febbraio 2015, la pubblicazione, a cura di Gian Paolo Nardoianni, in occasione del centenario della Grande Guerra, di Angelini di fronte alla prima guerra mondiale: il silenzio dell’anima (con alcune lettere inedite a Giuseppe Raimondi).

Nella primavera 2015, la pubblicazione delle lettere di C. Angelini a Benedetto Croce, e poesia inedite mandate da Angelini a B. Croce; nel giornale locale “La Provincia pavese” e nella rivista di Romagna “La Piê”.

Nel settembre 2015, la pubblicazione delle lettere e delle dediche tra C. Angelini e Carlo Emilio Gadda, per la rivista “Margini. Giornale della dedica ed altro” dell’Università di Basilea.

Nel maggio 2016, la pubblicazione di lettere di C. Angelini ad Anna Maria Bianchi, Luisa Bianchi ed Attilio De Paoli, nella rivista “Quaderni borromaici”.

Nel novembre 2016, la pubblicazione, in occasione del centenario di Renato Serra, di Da Pavia 'guardando' Cesena, nella rivista “Studi Romagnoli”.

Nel dicembre 2016, la collaborazione con Gianfranca Lavezzi, in occasione del quarantennale di C. Angelini, alla mostra, presso la Biblioteca Universitaria di Pavia, “Le Terre Promesse di Cesare Angelini”.

Nel maggio 2017, la pubblicazione di Giuseppe Ungaretti in Borromeo. Carteggio tra C. Angelini e G. Ungaretti, nella rivista “Quaderni borromaici”.

Nel febbraio 2020, in collaborazione con Nicoletta Leone, la pubblicazione presso Morcelliana del Carteggio Cesare Angelini - Paolo De Benedetti.

Nell’aprile 2021, in collaborazione con Gianni Mussini, la pubblicazione presso Interlinea del Carteggio Cesare Angelini - Gianfranco Contini.

Nel maggio 2021, in collaborazione con Antonio Castronuovo, la pubblicazione presso Babbomorto Editore di Lettera a Egistina.


La documentazione è continuamente valorizzata anche nella pubblicazione on-line, nell’ambito di molte pagine dello stesso sito internet.

f. m.




 torna a inizio pagina